Design e temporarietà

Design e architetture temporanee per il futuro del Retail: i cinque progetti del primo corso di POLI.Design – Consorzio del Politecnico di Milano.

Design, comunicazione, temporaneità e i nuovi linguaggi del retail in rapporto ai nuovi stili di consumo sono al centro delle analisi e delle elaborazioni progettuali sviluppate nell’ambito del nuovo corso di Alta Formazione “Temporary Shop Design – Design per l’innovazione degli spazi temporanei per il retail“ di POLI.Design- Consorzio del Politecnico di Milano.
La prima edizione del corso è dedicata all’ideazione, progettazione e arredamento di spazi di vendita innovativi e ha visto la partecipazione di 24 progettisti selezionati, provenienti anche da Brasile, Finlandia, Canada e Svizzera, che hanno usufruito di Borse di Studio messe a disposizione dagli Sponsor Accademici.
Temporary Shop Design fa parte dei nove corsi “Design Experience” (www.designexperience.it), dedicati ai settori in evoluzione dell’entertainment, dell’ospitalità, del retail, della ristorazione e dell’outdoor rivolti ad architetti e progettisti, selezionati in Italia e all’estero.
Gli Sponsor Accademici del corso “Temporary Shop Design” hanno contribuito a rendere la ricerca svolta più aderente alle richieste di innovazione del mercato con la loro competenza produttiva e la conoscenza dei mercati di riferimento al percorso formativo e di ricerca anche attraverso interventi in aula. Gli Sponsor Accademici Cleaf, produttore di superfici per l’industria del mobile e l’interior design, Beiersdorf con il brand Nivea, Alcass con le linea di alimentari surgelati Amica Natura, Tasca D’Almerita che produce vini di prestigio e la Selleria Mascheroni specializzata in abbigliamento per l’ippica hanno inoltre affidato ai progettisti lo sviluppo di un proprio brief che ha costituito il tema del project work finale…

Allegato:
MasterRetail_Design e temporarieta_PO_gennaio_2012.pdf

Tags: ,