I Mesi della Vista grande successo a Venezia e Ferrara e a Milano tappa speciale durante Mido

Sabato 22 febbraio a Ferrara e Domenica 23 effettuati complessivamente quasi 300 controlli
Dal 28 febbraio al 3 marzo controlli gratuiti anche a Milano

L’iniziativa “I Mesi della Vista” – promossa dalla Commissione Difesa Vista (CDV) con il Patrocinio del Ministero della Salute – ha registrato un grande successo con un ottimo afflusso di pubblico nella tappa veneziana, tenutasi domenica 23 presso il Municipio di Mestre con il sostegno della municipalità e della Ascom. Buoni riscontri anche a Ferrara, sabato 22, dove nonostante la giornata di pioggia, sono stati effettuati una settantina di controlli, anche in questo caso con il prezioso supporto della Ascom locale.

A Venezia, in un solo giorno, effettuati 190 controlli: il soggetto più anziano aveva 92, il più giovane 6 anni. Il test di Amsler (che serve a individuare il più precocemente possibile la METAMORFOPSIA, sintomo più tipico e precoce della degenerazione maculare) è risultato negativo nel 75 % dei casi (15 soli positivi e 171 negativi su circa 200 test). Complessivamente è buona la consapevolezza riguardo l’importanza del canale distributivo: la maggior parte degli occhiali – da vista o da lettura – indossati da chi si è sottoposto a controlli (ben 146 soggetti portavano gli occhiali) è risultata essere stata acquistata presso ottici (130), una decina circa (12) in farmacia e solo 4 in altri canali. Nel 60% dei casi (123 casi) è stato consigliata una visita oculistica o per visus carente o peggiorato rispetto agli ultimi controlli. Un controllo di approfondimento è stato consigliato anche a tutti coloro risultati positivi al test di Amsler e in alcuni casi eccezionali (cataratta incipiente, blefarite allergica, controllo del fundus oculi per diabete, astenopia..).

Sabato 22, a Ferrara, sono stati circa una settantina i cittadini che si sono sottoposti ai test messi a disposizione dall’iniziativa. Un buon risulto, tenendo conto del tempo avverso durante tutta la giornata. Per quanto riguarda i ferraresi che hanno effettuato i controlli, il più anziano aveva 87 anni, il più giovane 6. Di questi molti portavano già occhiali correttivi (47 su 71, pari al 66%). Undici soggetti sono risultati positivi al test di Amsler (il 15%). Per quanto riguarda gli occhiali premontati 6 li avevano acquistati dall’ottico, 6 in farmacia, un paio nella GDO. Non tutti i 21 presbiti sottoposti ai test indossavano però occhiali correttivi, quindi tutto sommato emerge una discreta consapevolezza relativa al canale distributivo. A quasi l’80% (55 su 71) dei soggetti sottopostisi ai controlli è stata consigliata una visita oculistica di approfondimento.

Il progetto – che da ottobre 2013 a marzo 2014 ha toccato e toccherà in tutto dieci città italiane – rientra in un più piano di azione volto a promuovere la cultura della prevenzione che Commissione Difesa Vista, attualmente composta da ANDOM (Associazione Nazionale Distribuzione Ottica Moderna), Assogruppi Ottica, Federgruppi Ottica, Federottica, ANFAO-Mido, SOI (Società Oftalmologica Italiana) e Vision + Onlus, porta avanti da anni. Occorre contrastare le cifre allarmanti che emergono dalle ultime ricerche: in Italia il 20% non si preoccupa della propria salute oculare e la mancanza di prevenzione risulta più marcata nella fascia di età tra i 18 e 45 anni, inoltre ben il 70% dei genitori non ritiene necessaria una visita oculistica per i propri figli.

Nei prossimi giorni – dal 28 febbraio al 3 marzotappa speciale dei Mesi della Vista a Milano, durante la Fiera Mido, dedicata al mondo degli occhiali. Un’occasione speciale per porre l’attenzione sulla prevenzione e sul bene vista.

Per ulteriori dettagli:
www.c-d-v.it
www.facebook.com/commissionedifesavista?ref=hl#!/commissionedifesavista

Tags: , , , ,