Sempre più diseguali

Il divario economico è un ostacolo al rilancio dei consumi.

Articolo pubblicato su Consumatori (febbraio 2014) e qui riprodotto per gentile concessione di Coop

La crisi impazza e le diseguaglianze aumentano. Il racconto di una vicenda economica e sociale che si trascina ormai da sette anni, ci dice che i pochi ricchi sono sempre più ricchi mentre i poveri, che crescono costantemente di numero (tra 2005 e 2012 in Italia sono raddoppiati), sono sempre più poveri. Ma più aumentano le diseguaglianze più è difficile uscire dalla crisi.
In questo paradosso sta uno dei nodi che le società occidentali si trovano di fronte. Il discorso non riguarda solo l’Italia e l’Europa, ma anche paesi che la strada dell’uscita dalla crisi sembrano averla imboccata con più decisione come gli Stati Uniti.
Non a caso, una fi gura che si sta mostrando molto attenta a questi temi come papa Francesco, nel suo messaggio in occasione della Giornata mondiale della Pace ha detto che “non possiamo non riconoscere una grave crescita della povertà relativa, cioè di diseguaglianze tra persone e gruppi che convivono in una determinata regione o in un determinato contesto storico-culturale”, da qui la necessità di “politiche che servano ad attenuare una eccessiva sperequazione del reddito”…

Allegato:
Consumer_trend_Sempre-piu-diseguali_POagosto2014.pdf